NELLA STORIA DEI MARCHI STORICI ITALIANI
IL PRESTIGIO E IL FUTURO DEL PAESE

L'evento si è tenuto a Roma, nella sala conferenze di palazzo massimo alle terme, mercoledì 13 aprile 2022, ore 11.00

Nelle prestigiose sale di Palazzo Massimo in Roma - Museo Nazionale Romano, l’Associazione si è presentata per la prima volta a stampa, decisori istituzionali e stakeholder.

L’Associazione nasce per tutelare e valorizzare la Cultura d’Impresa Italiana, prezioso strumento che contribuisce a rappresentare l’Italia nel mondo quale modello imprenditoriale e culturale di riferimento e alla competitività e all’internazionalizzazione del nostro Paese.

L’appuntamento “Nella storia dei marchi storici italiani il prestigio e il futuro del Paese” ha offerto anche l’occasione di un primo confronto pubblico tra i fondatori dell’Associazione e decisori istituzionali, in merito al contributo dei Marchi Storici Italiani allo sviluppo, al valore industriale e culturale che rappresentano e sull’importante ruolo che svolgono nel dispiegare il soft power dell’Italia, così necessario alla pace e allo sviluppo socio-economico.

Possono chiedere l’iscrizione all’Associazione Marchi Storici d’Italia le imprese che aderiscono ai principi statutari e ai regolamenti dell’associazione e sono iscritte al Registro Speciale Dei Marchi Storici di Interesse Nazionale, istituito con D.L. 34 del 30 aprile 2019, convertito con la Legge 28 giugno 2019, n. 58.


Interventi

Dario Franceschini

Ministro della Cultura
I marchi storici rappresentano un pezzo significativo del nostro soft power, ossia la capacità di evocare, nell’immaginario internazionale, il paese dell’arte e del paesaggio, della qualità della vita, del bello e del ben fatto.

Luigi Di Maio

Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
I marchi storici, espressione di quelle competenze e di quell’expertise che rendono i prodotti italiani ambiti nel mondo, sono esempi di successo del Made in Italy ed elementi fondamentali per l’ulteriore sviluppo della competitività e della resilienza delle nostre imprese.

Massimo Caputi

Presidente Associazione Marchi Storici e Presidente Terme di Saturnia
Manteniamo l’Italianità e capiamo la potenza dei nostri Marchi Storici.

Roberto Luongo

Direttore Generale ICE Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane
L’Export è oltre 30% del nostro Prodotto interno lordo. L’obiettivo che noi ci poniamo è di raggiungere il 50%. L’ICE vuole sostenere le imprese aderenti all’Associazione con iniziative formative e promozionali dedicate, per crescere sui mercati internazionali.

Marika Aakesson

Presidente ADI Associazione per il Disegno Industriale Delegazione Lazio
È importante l’Associazione come luogo di dibattito che dà forza verso l’esterno, garantendo i valori che i soci rappresentano in modo trasversale, oltre la loro diversità.

Francesca Mariotti

Direttore Generale Confindustria
Questa è l’occasione per essere nel centro di quello che possiamo definire il soft power che il nostro paese sa esprimere, conciliando saperi e maestranze con innovazione; perché un marchio può resistere e andare oltre i 50 anni solo se l’impresa è stata capace di innovare e resistere ai cambiamenti in atto.

Alessia Antinori

Vicepresidente Associazione Marchi Storici e Vicepresidente Marchesi Antinori
Il Marchio è la storia della famiglia, 26 generazioni che hanno cementato il legame dell’azienda con il territorio, la ricerca e la sperimentazione con vitigni autoctoni. Questi valori vanno salvaguardati. I nostri Marchi storici sono dei privilegi e vanno protetti. Dobbiamo fare sistema.

Roberto Busso

Vicepresidente Associazione Marchi Storici e Amministratore Delegato Gabetti Property Solution
Siamo molto orgogliosi di essere italiani, la casa per gli Italiani è storia. L’Associazione ci ha dato la possibilità di trovare altri Marchi per rappresentare insieme il modo italiano di fare le cose.

Maurizio Gardini

Presidente Confcooperative e Presidente Conserve Italia
Siamo tre volte italiani, lavoriamo materia prima Italiana, lavoriamo in fabbriche in Italia e abbiamo sede legale in Italia. Siamo cresciuti acquisendo Marchi storici, come Cirio. L’Associazione è l’opportunità di costruire un futuro nella diversità.

Giancarlo Giorgetti

Ministro dello Sviluppo Economico
Adesso è il momento di sostenere ulteriormente questa nostra forte vocazione manifatturiera, che ci ha permesso di maturare un patrimonio ineguagliabile di competenze, passione e intelligenza industriale

Programma

UN MESSAGGIO DI SALUTO

Dario Franceschini

Ministro della Cultura

Introduce

Massimo Caputi

Presidente Associazione Marchi Storici e Presidente Terme di Saturnia

TAVOLA ROTONDA

Modera Nathania Zevi, Giornalista RAI

Roberto Luongo

Direttore Generale ICE Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane

Marika Aakesson

Presidente ADI Associazione per il Disegno Industriale Delegazione Lazio

Francesca Mariotti

Direttore Generale Confindustria

Alessia Antinori

Vicepresidente Associazione Marchi Storici e Vicepresidente Marchesi Antinori

Roberto Busso

Vicepresidente Associazione Marchi Storici e Amministratore Delegato Gabetti Property Solution

Maurizio Gardini

Presidente Confcooperative e Presidente Conserve Italia

Conclusioni

Giancarlo Giorgetti

Ministro dello Sviluppo Economico

Materiali

Image

Accordo associazione marchi storici - ICE

Massimo Caputi e Roberto Luongo firmano l’Accordo ICE - Associazione Marchi Storici d’Italia che si propone di avviare un rapporto di mutua collaborazione, per favorire il raggiungimento dei rispettivi obiettivi strategici e per sostenere ed orientare le imprese riunite nell’Associazione Marchi Storici interessate ad operare nei mercati internazionali, attraverso attività di carattere formativo, informativo, consulenziale, anche nella forma di un sistema efficace di servizi reali alle imprese.

Alcuni dei nostri ospiti nelle sale museali

Erano inoltre con noi tra i graditi ospiti, Nicola Arnone Presidente Acqua Lete e Armando De Nigris Presidente Gruppo De Nigris; e tra i nostri Soci, Tommaso Inghirami Marketing manager Inghirami Group, Lorenzo Canella Amministratore Delegato Canella, Francesco Vena Amministratore Delegato Amaro Lucano 1894, Giorgio Boggero Amministratore Delegato Ekaf Industrie Nazionale del Caffè e Marcello Parmeggiani Amministratore della Jupiter Srl.